.
Castello di Eufemio - 1

Un viaggiatore dell’Ottocento una volta ha descritto Calatafimi come un buco e si deve ammettere che anche oggi non é enumerata fra i paesi Siciliani più graziosi. Né é particolarmente prospera. Forse questo spiega perché la Mafia non é molto presente e certamente spiega perché, da più di centoventi anni, l’emigrazione continua ad indebolire il paese, diminuendone la popolazione. La sua più grande pretesa a fama consiste nel fatto che Garibaldi ed i suoi Mille hanno combattuto nei paraggi la prima battaglia per l’unificazione d’Italia nel 1860; questo fatto spiega la presenza di una “Via Calatafimi” quasi in ogni principale città italiana. La sua attrazione turistica più rilevante sarebbe, in teoria, la vicina presenza del tempio dorico di Segesta ma, in realtà, solo alcuni dei visitatori del tempio continuano un po’ più in su lungo la strada, fino a Calatafimi. Il sindaco d’oggi spera di rettificare questo stato di cose attirando pullman turistici al nuovo museo in paese, ma il beneficio finale é in questione dato che ci sono pochi ristoranti e solo un modesto albergo.

prossima immagine
.